CURTI

NON SEMBRAVA CALCIO MA LOTTA NEL FANGO, LA CAIVANESE PAREGGIA 1-1 MA IL CAMPO…

on nov 24, 13 • by • with Commenti disabilitati su NON SEMBRAVA CALCIO MA LOTTA NEL FANGO, LA CAIVANESE PAREGGIA 1-1 MA IL CAMPO…

La Caivanese riacciuffa il pareggio a Curti contro la San Martinese. Su un campo ai limiti della praticabilità, vista la grandissima grandinata che si è abbattuta sul paesino della provincia di Caserta, la banda gialloverde ha disputato una partita stoica, gagliarda, coraggiosa lottando nel fango su ogni palla. La...
Pin It

Home » Calcio, Sport, Testata » NON SEMBRAVA CALCIO MA LOTTA NEL FANGO, LA CAIVANESE PAREGGIA 1-1 MA IL CAMPO…

La Caivanese riacciuffa il pareggio a Curti contro la San Martinese. Su un campo ai limiti della praticabilità, vista la grandissima grandinata che si è abbattuta sul paesino della provincia di Caserta, la banda gialloverde ha disputato una partita stoica, gagliarda, coraggiosa lottando nel fango su ogni palla. La compagine gialloverde fa del gioco veloce palla a terra, dei fraseggi stretti le sue caratteristiche principali e quindi soffre non poco i campi pesanti ed impraticabili come quello di ieri. Da un punto di vista squisitamente fisico i ragazzi di Troise sono quasi tutti brevilinei e “leggerini” ed un campo reso pesantissimo dall’acqua e dal fango ha pregiudicato gran parte della gara. Nella prima frazione, quando le gambe giravano e la lucidità era alta, la Caivanese ha cercato comunque di giocare al calcio andando vicina alla segnatura più volte ma non riuscendo a trovare il pertugio giusto. Le squadre vanno al riposo sul punteggio di parità. Nella ripresa il campo addirittura peggiora, la pioggia concede una tregua per una mezz’ora e le piscine formatesi a ridosso degli out laterali iniziano ad asciugarsi lasciando spazio al fango che rende scivolosissimo il campo di gioco. La Caivanese cala un po’ fisicamente ed arretra il baricentro ma, ad onor del vero, Odesco non è chiamato quasi mai in causa. Alla metà della ripresa gli spettatori sugli spalti ed i giocatori in campo si vedono gelare il sangue nelle vene, due calciatori si scontrano violentemente con il capo e stramazzano al suolo doloranti tanta paura per Mugione ma fortunatamente si archivia tutto alla voce grande spavento. Per la cronaca i dirigenti locali hanno chiamato immediatamente l’autoambulanza che arriva al campo in pochissimi minuti ma fortunatamente non si rende necessario portare i ragazzi al nosocomio più vicino. La San Martinese, nella ripresa, preme molto di più stazionando a larghi tratti nella metà campo gialloverde. La partita si sblocca, sono i padroni di casa a passare in vantaggio grazie ad un grandissimo goal dell’attaccante della San Martinese, il quale si avvita in area e di testa non concede diritto di replica ad Odesco. La banda gialloverde, in questo torneo, ha dimostrato di non morire mai. La forza morale di questi ragazzi gli consente di superare i momenti di difficoltà grazie all’orgoglio. Pochi giri di orologio ed è già pari. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, battuto da Cafaro, la retroguardia locale non riesce a “pulisce” l’area, sul secondo palo arriva come un fulmine Santagata che da felino dell’area di rigore azzanna la sfera trafiggendo l’incolpevole portiere avversario. Dopo il pareggio raggiunto la Caivanese prova anche a vincere ma alla fine il pareggio è il punteggio più giusto. La gara, grazie al collega Luca Cardinalini, è stata oggetto di servizio giornalistico che andrà in onda sabato prossimo nel corso della trasmissione televisiva “Dribbling” in onda dalle 13:30 alle 14. Il tema del servizio è l’analisi di una squadra che gioca nella cossiddetta “Terra dei Fuochi”.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like