Quaresma-Porto

Porto-Arouca 4-1. Ora Castro aspetta il Napoli

on mar 10, 14 • by • with Commenti disabilitati su Porto-Arouca 4-1. Ora Castro aspetta il Napoli

PORTO-AROUCA 4-1: LA CRONACA. Buona la prima per Luis Castro. Rimpiazzato Fonseca dopo il pareggio esterno con il Guimares l’ex allenatore in seconda esordisce con una vittoria sul modesto Arouca. 4-1 il punteggio finale. I “dragoni” la sbloccano subito con Quaresma su rigore (12′). La chiudono...
Pin It

Home » Calcio, Sport » Porto-Arouca 4-1. Ora Castro aspetta il Napoli

Quaresma-PortoPORTO-AROUCA 4-1: LA CRONACA. Buona la prima per Luis Castro. Rimpiazzato Fonseca dopo il pareggio esterno con il Guimares l’ex allenatore in seconda esordisce con una vittoria sul modesto Arouca. 4-1 il punteggio finale. I “dragoni” la sbloccano subito con Quaresma su rigore (12′). La chiudono già al minuto 23 con una pregevole semirovesciata di Eduardo. Gli ospiti accorciano le distanze poco più tardi in maniera fortunosa sugli sviluppi di un calcio piazzato: Sampaio approfitta di una rocambolesca deviazione della barriera e spinge in rete. Nel finale di tempo Quaresma si ripresenta sul dischetto ma spara alto. Gli altri due goal dei padroni di casa arrivano nel finale. All’83’ Quaresma sigla la doppietta personale trasformando un invito morbido dalla corsia sinistra in una fiondata al volo che non lascia scampo al portiere avversario. Ad arrotondare ancora il punteggio ci pensa, con un tiro deviato, uno dei sogni estivi del Napoli: il colombiano Jackson Martinez.

L’Arouca è poca cosa e lotterà fino alla fine per non retrocedere. Per Quaresma e compagni il match casalingo è poco più di un allenamento a porte aperte che gli permette di tenere il passo del Benfica (a più 9). Poca fatica ma anche poco turnover per i campioni di Portogallo. L’unico a riposare è stato Carlos Eduardo, l’autore del secondo goal. Al suo posto, per i trenta minuti finali, ha trovato spazio il giovane fantasista colombiano ex Pescara Quintero. Per Quaresma sostituzione- standing ovation solo all’87’. Jackson Martinez, invece, è rimasto in campo per tutti i novanta minuti. (Video: http://www.youtube.com/watch?v=xQbxdEbm-wU&hd=1)

QUI OPORTO. Luis Castro non dovrebbe mischiare le carte più di tanto in vista del Napoli giovedì sera. Tra i rincalzi, soltanto Quintero potrebbe avere qualche chance in più di partire dal primo minuto. Il tecnico lusitano sa bene che i partenopei sono squadra di tutt’altro livello rispetto all’Arouca ma non per questo dovrebbe rinunciare allo spregiudicato 4-3-3. Dal canto suo il Napoli non andrà in Portogallo a fare barricate e con certezza riproporrà il classico 4-2-3-1 beniteziano per cercare di segnare almeno un goal in trasferta. Circostanza, quest’ultima, che potrebbe indurre in extremis un atteggiamento tattico più prudente per i lusitani.

QUI NAPOLI. Benitez, reduce dall’importantissima vittoria casalinga con la Roma, dovrebbe cambiare 3-4 pezzi del proprio scacchiere. Al “Dragao” Reveillere dovrebbe far rifiatare uno tra Maggio e Ghoulam. A centrocampo Behrami, tormentato da qualche fastidio al ginocchio, dovrebbe dare manforte a Inler. Nel caso in cui non ce la dovesse fare Dzemaili è pronto a fare gli straordinari. In avanti, in luogo di Mertens (spesso letale come subentrante), scalpita Insigne, già molto decisivo e prolifico nelle coppe.Verso la riconferma Callejon ma non Hamsik. Al suo posto ci potrebbe essere la sorpresa Pandev. In avanti, regolarmente al suo posto, il Pipita Gonzalo Higuain.

 

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like