E le stelle non stanno a guardare

on feb 25, 13 • by • with Commenti disabilitati su E le stelle non stanno a guardare

(articolo DI DOMENICO LAUDANDO) Dimenticate le vostre normali partite di regular season,all’American Airlines Center di Dallas va in scena la più importante pagina di ‘’mors tua vita mea’’ della stagione,almeno fino ad ora. Poteva essere qualsiasi altra cosa Mavs-Lakers: scontro al vertice della Western...
Pin It

Home » Altri Sport, Sport » E le stelle non stanno a guardare

(articolo DI DOMENICO LAUDANDO) Dimenticate le vostre normali partite di regular season,all’American Airlines Center di Dallas va in scena la più importante pagina di ‘’mors tua vita mea’’ della stagione,almeno fino ad ora. Poteva essere qualsiasi altra cosa Mavs-Lakers: scontro al vertice della Western Conference,vista la qualità e la profondità dei due roster,ancorché tra i più vecchi della lega; partita dei rimpianti,dato che fino a un mese e mezzo fa le due squadre sembravano tagliate fuori dalla corsa ai Playoffs. E invece le due squadre arrivano al faccia a faccia in salute e smaniose di approfittare del suicidio degli Houston Rockets (ad oggi ottava forza ad Ovest) in casa dei giovani e sconclusionati Washington Wizards,la scorsa notte. Dallas-Los Angeles è già partita da dentro o fuori.

I Mavs devono il loro buon momento soprattutto alla discreta forma raggiunta dall’uomo-franchigia Dirk Nowitzki,assistito da un redivivo Vince Carter e da una panchina lunghissima,anche se il tanto atteso centro che avrebbe dovuto rinforzare il frontcourt non è arrivato. I Lakers,dalla loro,sembrano aver capito che la stagione sta scivolando via e che l’ottavo posto è lontano solo tre partite ma c’è bisogno di uno sforzo importante per raggiungerlo e senza specchiarsi troppo.

Nessuna delle due squadre raggiunge mai un vantaggio superiore ai 6 punti in una partita dagli altissimi picchi d’intensità,pane per i denti del caldissimo pubblico texano,e un ultimo quarto punto a punto rappresenta l’epilogo più giusto. Gli uomini di coach D’Antoni sembrano avere la giusta chiave per aprire la scatola di Dallas,con il penetra e scarica per i tiratori piazzati e difesa costretta a rincorrere,battuta talvolta dal tiro diretto,talvolta dall’extra-pass per un piazzato con spazio. Ne scaturiscono tiri qualitativamente eccellenti,e il 50% abbondante da tre ne è l’ovvia conseguenza. Poi ci sarebbe un centrone da 20 milioni di dollari annui a cui qualche ricezione in post basso devi pur concederla: Dwight Howard non ripaga la fiducia e i padroni di casa restano in partita,grazie anche alla produzione offensiva di ‘’Wunder Dirk’’. L’attacco losangelino si arena,tocca al ‘’Mamba’’ cantare e portare la croce. Non che fino a quel momento fosse stato in panciolle a guardare,ma la sequenza di metà quarto è espressione di pura onnipotenza cestistica: tripla senza ritmo da 8 metri; giro dorsale e canestro buttandosi indietro in area,jumper buttandosi di lato e occhi della tigre in bella mostra,tutto questo nonostante la competente difesa del rookie Jae Crowder a cui tocca incassare tre sberle che lo spediranno in qualche angolino con la testa tra le mani a mugugnare motivetti lamentosi. L’attacco di Dallas s’inceppa,Kobe continua a fare il fenomeno (chiuderà con 38 punti,12 rimbalzi e 7 assist) e solo l’imprecisione dalla lunetta dei californiani tiene a galla i Mavs,le cui speranze si spengono sul ferro colto dalla possibile tripla del pareggio di O.J. Mayo,a 4 secondi dalla fine. La squadra di Hollywood,alla vigilia della notte degli Oscar,si aggrappa alla sua stella,autore di una performance che fa impallidire quelle da red carpet.Houstonha un grosso problema.

 

I risultati: Dallas Mavericks-L.A. Lakers 99-103; Minnesota T’Wolves-Golden State Warriors 99-100; New Orleans Hornets-Sacramento Kings 110-95; Miami Heat-Cleveland Cavaliers 109-105; Brooklyn Nets-Memphis Grizzlies 72-76; New York Knicks-Philadelphia 76ers 99-93; Phoenix Suns-San Antonio Spurs 87-97; Portland Trail Blazers-Boston Celtics 92-86; Oklahoma City Thunder-Chicago Bulls 102-72.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like