LA CAIVANESE NON PERVENUTA, IL SAN VITALIANO PASSA

on set 23, 12 • by • with Commenti disabilitati su LA CAIVANESE NON PERVENUTA, IL SAN VITALIANO PASSA

BOYS CAIVANESE GRILLO 6.5, CATALANO 6, CELIENTO 5.5, NETTORE 6.5, SIRICO 6, TRISBALTO 6( 20ST De Cicco 5), SEPE 5, DE STEFANO 5, CAPASSO 5, RANIERI 5, GIGLIO 5 (8st Golino 5.5) A DISP PETRELLESE DE STEFANO ASSIDUO BARBATO ALL. CINQUEGRANA 5 SAN VITALIANO LA MARCA SV, GALLUCCIO 6, ALAIA 6, CAVEZZA 6.5,  D’ASCOLI 6,...
Pin It

Home » D come Dilettanti, Sport » LA CAIVANESE NON PERVENUTA, IL SAN VITALIANO PASSA

BOYS CAIVANESE GRILLO 6.5, CATALANO 6, CELIENTO 5.5, NETTORE 6.5, SIRICO 6, TRISBALTO 6( 20ST De Cicco 5), SEPE 5, DE STEFANO 5, CAPASSO 5, RANIERI 5, GIGLIO 5 (8st Golino 5.5) A DISP PETRELLESE DE STEFANO ASSIDUO BARBATO ALL. CINQUEGRANA 5

SAN VITALIANO LA MARCA SV, GALLUCCIO 6, ALAIA 6, CAVEZZA 6.5,  D’ASCOLI 6, BELMONTE 6.5 SANTANIELLO 7, RISPOLI 6.5 DE STEFANO 6.5 (42ST DE LUCIA SV) MATRISCIANO 7 (20ST CAPRIO 6) SGAMBATI 6.5 (47ST NAPOLITANO SV) A DISP MARANGIA NASTI PIATTI SICILIA ALL. MATRISCIANO 6,5

ARBITRO DI GIOVANNI DI CASERTA 6

AMMONITI NETORE (c), DE STEFANO (c)

Lavori in corso. È questo il cartello esposto fuori al campo di gioco della gloriosa Boys Caivanese che è davvero un cantiere aperto. La truppa gialloverde quest’anno non avrebbe dovuto disputare il campionato di Promozione ma, per evitare di seppellire più di cento anni di storia, in extremis si è deciso di allestire una formazione per provare a disputare un campionato tranquillo. Il ritardo nella costruzione della squadra è evidente, ci sono calciatori che denotano una condizione fisica precaria, altri che sono in ritardo da un punto di vista tattico. C’è da dire che, quest’oggi, la banda gialloverde ha dovuto rinunciare per squalifica all’intelaiatura portante della squadra. Mancavano infatti, Luigi Russo, Cerbone e Celiento. I primi due sono la coppia di difensori titolari, il Loco è la punta di diamante della rosa. La domanda nasce spontanea, riusciranno questi tre a risollevare le sorti di una squadra che ha collezionato 4 sconfitte in 4 gare? ( il computo considera anche le partite di Coppa Italia ndr). A questo quesito non sappiamo rispondere con esaustività ma di certo molte cose potrebbero cambiare. Veniamo al match. La partita non brilla per spettacolarità, le due squadre giocano un calcio estremamente elementare non imbastendo quasi mai azioni manovrate. Le due compagini si affidano a lanci lunghi senza costrutto, i centrocampisti non riescono mai a farsi vedere per dettare i tempi di gioco. La partita è soporifera, gli spettatori accorsi (un buon numero ndr) sono cullati da un ritmo blando che quasi provoca sonnolenza. Il primo brivido che prova a svegliare tutti dal torpore è un missile di Trisbalto, il quale da 30 metri fa tremare la porta del San Vitaliano. La Caivanese è tutta qui. Come spesso accade dopo un quasi goal arriva la rete degli avversari. Il San Vitaliano passa, complice la retroguardia della Caivanese che ha il demerito di non pressare Santaniello che ha tutto il tempo di controllare, girarsi, portarsi la palla sul sinistro e battere Grillo. La reazione della Caivanese è poca cosa, il portiere ospite praticamente non è mai impensierito. La seconda frazione si apre come si è chiusa la prima. Nettore e compagni provano a gestire il possesso di palla ma il tutto è sterile e senza pericolosità. Il San Vitaliano si limita al compitino, si difendono con ordine cercando qualche sortita offensiva in contropiede che non è quasi mai pericolosa. La partita va in archivio, i Boys possono risalire la china ma per “ammirare” la vera Caivanese ci vorrà del tempo.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like