phoenix

L’ARZANO INTERROMPE IL MAGIC MOMENT DELLA PHOENIX CAIVANO, ORA IL BATTIPAGLIA

on nov 27, 16 • by • with Commenti disabilitati su L’ARZANO INTERROMPE IL MAGIC MOMENT DELLA PHOENIX CAIVANO, ORA IL BATTIPAGLIA

La Phoenix Caivano Volley lascia tre punti preziosissimi ad Arzano contro la Luvo Barattoli perdendo per 3-2. La squadra di coach Tambaro fallisce l’approccio alla gara entrando in campo deconcentrata e facendosi sorprendere dal gioco aggressivo delle avversarie. Il fil rouge di tutta la gara sono stati i troppi...
Pin It

Home » Altri Sport, Sport, Testata » L’ARZANO INTERROMPE IL MAGIC MOMENT DELLA PHOENIX CAIVANO, ORA IL BATTIPAGLIA

La Phoenix Caivano Volley lascia tre punti preziosissimi ad Arzano contro la Luvo Barattoli perdendo per 3-2. La squadra di coach Tambaro fallisce l’approccio alla gara entrando in campo deconcentrata e facendosi sorprendere dal gioco aggressivo delle avversarie. Il fil rouge di tutta la gara sono stati i troppi errori gratuiti ed i punti regalati dal sestetto caivanese in tutti i parziali. A questi livelli la cura dei dettagli e sbagliare il meno possibile ti consente di portare a casa partite anche con avversari sulla carta più forti. Ad onor del vero è stata una settimana tribolata per la Phoenix costellata da noie fisiche per alcuni perni della squadra. Ad inizio settimana il libero Emilia Pietrantonio ha accusato una contrattura ai muscoli della scapola, il libero è dovuta ricorrere alla cure fisioterapiche allenandosi sono nella rifinitura di venerdì. A chiudere la settimana c’è stato l’infortunio occorso al forte centrale D’Aquino che nel ricadere, dopo una chiusura a muro, ha poggiato male il piede a terra. La pallavolista è stata trasportata immediatamente al pronto soccorso del Cardarelli dal dirigente Marinielli. Nel nosocomio napoletano, dopo un’attesa infinita e senza neanche poter mettere sulla zona interessata un po’ di ghiaccio (in ospedale con un’ortopedia non lo hanno, scandaloso ndr), la pallavolista è stata sottoposta ad esame radiografico che ha escluso fratture ma i medici hanno riscontrato un trauma contusivo-distorsivo alla caviglia destra. Il referto parla di una prognosi di dieci giorni di riposo per poi sottoporre l’arto ad una risonanza magnetica per escludere l’interessamento dei legamenti. In settimana ne sapremo di più. E’ una assenza pesante quella di D’Aquino, non perché le compagne non siano all’altezza, ma coach Tambaro ha un roster corto e quindi le sue scelte sono pressoché obbligate. Ritorniamo alla partita che con un po’ di attenzione in più e con una gestione dei momenti chiave diversa si poteva tranquillamente portare a casa. Le avversarie che si sono dimostrate degli ottimi prospetti anche futuribili hanno palesato, data la giovane età, delle possibili crepe se colpite nelle loro certezze. Purtroppo non si è approfittato dei loro punti deboli ma poco male. Ora bisogna derubricare questa sconfitta come un incidente di percorso e trarne il lato positivo. Nello sport può essere più salutare una sconfitta cocente che una vittoria, da domani si torna in palestra a lavorare con lo sguardo fisso al prossimo avversario di altissimo livello: il Battipaglia.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like