OLYMPUS DIGITAL CAMERA

CASORIA, ATTORI ED ATLETI CONTRO L’INQUINAMENTO

on lug 9, 14 • by • with Commenti disabilitati su CASORIA, ATTORI ED ATLETI CONTRO L’INQUINAMENTO

CASORIA – “Pallavolisti ed attori per la Terra dei Fuochi”. La seconda edizione si è svolta presso il parco commerciale I Pini, presentata ed organizzata da Sante Cossentino con la direzione del gruppo Super Gvc. Fra i premiati che hanno prestato il volto all’evento, oltre a noti pallavolisti della...
Pin It

Home » News, Testata » CASORIA, ATTORI ED ATLETI CONTRO L’INQUINAMENTO

CASORIA – “Pallavolisti ed attori per la Terra dei Fuochi”. La seconda edizione si è svolta presso il parco commerciale I Pini, presentata ed organizzata da Sante Cossentino con la direzione del gruppo Super Gvc.

Fra i premiati che hanno prestato il volto all’evento, oltre a noti pallavolisti della Campania, anche molti attori, tra cui Ivan Boragine di Sky ed i fratelli Battaglia, per cui hanno girato la fiction “Gomorra”. Tutti hanno ringraziato il pubblico che li ha premiati, annunciando che la serie tv Gomorra, andrà in onda in chiaro su La7 in autunno, così tutti la potranno vedere. Era presente anche Nunzio Giuliano, interprete de “I Cesaroni”, il quale ha annunciato l’uscita a breve di un film con Barbara De Rossi, ovvero la serie “L’onore e il rispetto 4”, poi è intervenuto Adriano Pantaleo, il famoso Spillo, il quale ha riconosciuto che proprio grazie a Gomorra anche loro si sono resi conto del problema dell’inquinamento in Campania.

All’evento ha preso parte anche il presidente regionale della Federazione Pallavolo, l’avvocato Boccia, il quale ha dichiarato che molti atleti sono stati entusiasti di prestare il volto a questa campagna, che ha scopi nobili, e continueranno a stare vicini al problema. Durante la serata si sono esibiti la scuola di danza Universal Dance e il rapper di Caivano Tommaso Doppia B, che ha dedicato due brani al problema inquinamento. Ha affermato Lucio Iavarone, presidente del Coordinamento Comitato Fuochi, che è intervenuto in rappresentanza dell’associazione: “dopo due anni di lotta dobbiamo comunque portare avanti questa battaglia perché la Terra dei Fuochi brucia ancora. Non sono bastate finora le leggi nazionali e regionali, perché la collusione tra l’industria che inquina e la politica è ancora troppo forte.”

Iavarone ha annunciato che a Novembre ci sarà di nuovo la manifestazione “Fiume in piena”, che a Napoli l’anno scorso raccolse l’adesione di centomila persone.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like