Don Maurizio Patriciello: “Vi invito a leggere una pagina scritta dal dottor Marfella”

on set 12, 13 • by • with Commenti disabilitati su Don Maurizio Patriciello: “Vi invito a leggere una pagina scritta dal dottor Marfella”

Così Don Maurizio Patriciello sul suo profilo Facebook: “Troppa ignoranza, anche tra chi ha buona volontà e discreta istruzione, non permette di avere la percezione esatta del disastro che si sta consumando nella nostra terra. Vi invito a leggere questa pagina scritta dal dottor Antonio MARFELLA, vi aiuterà a...
Pin It

Home » News, Testata » Don Maurizio Patriciello: “Vi invito a leggere una pagina scritta dal dottor Marfella”

Così Don Maurizio Patriciello sul suo profilo Facebook:

“Troppa ignoranza, anche tra chi ha buona volontà e discreta istruzione, non permette di avere la percezione esatta del disastro che si sta consumando nella nostra terra. Vi invito a leggere questa pagina scritta dal dottor Antonio MARFELLA, vi aiuterà a capire tante cose. Padre Maurizio PATRICIELLO. “SU “IL MATTINO” DI OGGI SI CONFESSA, FINALMENTE, CHE NON MENO DI 2000 ETTARI E ALTRI 20MILA, A GIUGLIANO NEI DINTORNI DELLA RESIT SONO DI FATTO AVVELENATI PESANTEMENTE E IMPOSSIBILI DA BONIFICARE… LA RESIT ESISTE DAL 1987, COME CONFESSATO DAL PENTITO CARMINE SCHIAVONE E HA INGOIATO ANCHE I FANGHI TOSSICI PIU’ TOSSICI DI ITALIA , QUELLI DELL’ACNA DI CENGIO… DAL 1987 AD OGGI 12 SETTEMBRE 2013, NIENTE, ASSOLUTAMENTE NIENTE, E’ STATO FATTO PER IMPEDIRE ALMENO LA DIFFUSIONE DI UN AVVELENAMENTO COSI GRAVE E COSI VASTO. ANZI , LO SI E’ SEMPRE NEGATO. IO DOVREI PARLARE DA SCIENZIATO, DOVREI PARLARE CON CALMA DI CIFRE, NUMERI E DI FONDI DI RICERCA DA METTERMI IN TASCA. PER STUDIARE COME HANNO FATTO TUTTI I MIEI COLLEGHI SINORA E COME ANCORA SI VORREBBE FARE. PERDONATEMI. NON CI RIESCO. DAL 2006 COME HO APERTAMENTE DICHIARATO IN SENATO SONO DIVENTATO IL PROFESSORE DEL CAVALLUCCIO ROSSO, QUELLO CHE RACCONTA, DOVUNQUE LO CHIAMANO, QUESTO DISASTRO COSÌ GRANDE E ANCORA COSÌ NEGATO. MI HANNO ATTACCATO E OFFESO DAL 2008. DA PIÙ GIOVANE TOSSICOLOGO D’ ITALIA, SONO DIVENTATO IL PIÙ VECCHIO IGIENISTA E IL PIÙ SCEMO MEDICO DEL PASCALE. MA NON HO TACIUTO…MAI…MAI HO SMESSO, NEANCHE PER UN SECONDO, DI METTERCI LA FACCIA, LA CREDIBILITA’, E DI RACCONTARE…RACCONTARE…RACCONTARE…SEMPRE…DOVUNQUE… MOSTRANDO TUTTE LE INCONGRUENZE , LE CONTRADDIZIONI, LE FALSITA’… SOPRATTUTTO DI NOI MEDICI…COME IN MOLTI ACCUSANO…E HANNO RAGIONE. CARMINE SCHIAVONE HA TRATTATO CON DISPREZZO I MEDICI… DAL 2006 LITIGO COSTANTEMENTE CON IL MIO AMICO ANGELI PERCHE’ NON ACCUSO ABBASTANZA I COLLEGHI E NON FACCIO LE ANALISI ALLA GENTE. ME LO HANNO IMPEDITO DAL 2008. DA QUANDO HANNO CAPITO CHE SAREBBE STATO SMASCHERATO TUTTO… MA NON HO SMESSO MAI DI GIRARE UN SOLO SECONDO, MAI DI TACERE UN SOLO GIORNO… E HO CONOSCIUTO UN PRETE, GLI HO SPIEGATO TUTTO, ABBIAMO COMINCIATO A PIANGERE E A RACCONTARE INSIEME… QUESTA TRAGEDIA NEGATA E RESA ANCORA PIU GRAVE PROPRIO PERCHE NEGATA NON GIA DAI CAMORRISTI, MA DA CHI DOVEVA DIFENDERCI, AVVERTIRCI. E ORA SIAMO ARRIVATI A PIANGERE IN EUROPA, A DENUNCIARE “CON LA PANCIA” IN SENATO, A FARLO SAPERE A PAPA FRANCESCO. COME POSSO PARLARE CON CALMA ? COME POSSO RACCONTARE IL PIU GRANDE DISASTRO AMBIENTALE DI ITALIA NEGATO CON DISTACCO? E CHE SE NON FOSSE PER NOI CONTINUAVA AD ESSERE NEGATO….CONTINUANDO IMPERTERRITI A COSTRUIRE IMPIANTI ATTRATTORI DI RIFIUTI TOSSICI COME I MAXIINCENERITORI NELLE STESSE ZONE DEL DISASTRO…ADESSO NON POSSO NEGARE PIU’… ATTENZIONE… ADESSO CERCHERANNO DI SMINUIRE IL DISASTRO E… DI TOGLIERSI LE RESPONSABILITA’… I FRUTTI SONO PULITI… QUELLO CHE SI E’ PERMESSO DI COLTIVARE PER VENTI ANNI SU DISCARICHE DI RIFIUTI TOSSICI TOMBATI SCIENTIFICAMENTE IN PROFONDITA’ … NON FANNO MALE… PER AMORE DELLA MIA TERRA NON TACERO’… NON TACERO’… NON HO TACIUTO… E IN QUESTI ANNI NON HO FATTO CARRIERA NE SOLDI…MA HO INSEGNATO AD UN INTERO POPOLO A DIFENDERSI… NON POTEVO FARE ALTRO…E PER MIA SCELTA HO SCELTO DI FARE QUESTO… ANZICHE’ CERCARE DI FARE ANALISI ANCHE FACENDO SOLDI.HO PENSATO CHE FACENDO ANALISI PERDEVO TEMPO , POTEVO SALVARE QUALCUNO. MA NON AVVERTIVO TUTTI DEL DISASTRO. ERA PIU IMPORTANTE RACCONTARE… RACCONTARE …RACCONTARE… AVVISARE… AVVISARE…AVVISARE…FORMARE MEDICI , CITTADINI SEMPLICI, POVERI PRETI. E LA PROVVIDENZA HA PORTATO QUEL POVERO PRETE SINO A BRUXELLES E AI PIEDI DI PAPA FRANCESCO PROPRIO SUBITO DOPO CHE IN SENATO HANNO CERCATO ANCORA UNA VOLTA DI DISCREDITARMI, DI FERMARE IL RACCONTO. NON CI SONO RIUSCITI. NON POSSONO RIUSCIRCI. NOI CI SIAMO CONVINTI CHE SIAMO STATI MANDATI. E’ IL NOSTRO DOVERE. PER GLI ANNI CHE RESTEREMO SU QUESTA TERRA , E DI CUI CI VERRA’ CHIESTO CONTO PER L’ETERNITA’.” TU SAPEVI, TU CAPIVI…DIMMI: COSA HAI FATTO PER FERMARE IL DISASTRO?” SPERO DI POTERE GIUSTIFICARMI…MI HANNO RACCONTATO CHE IN SENATO SI STANNO DOMANDANDO (COME DA ANNI) DISPERATAMENTE, CHI MI MANDA, CHI MI PAGA, CHI C’E DIETRO DI ME, PERCHE’ NON MI FERMO , PERCHE’ NON PENSO ALLA CARRIERA, ….MA E’ POSSIBILE MAI CHE NON SI CREDE CHE LO FACCIO SOLO PER PAURA DEL GIUDIZIO FINALE? COME POTREI SPERARE DI ESSERE PERDONATO, SE, AVENDONE AVUTO TALENTI E CAPACITA’ , AVESSI TACIUTO? PERCHE’ NESSUNO VUOLE CREDERE CHE HO PAURA SOLO DEL GIUDIZIO DI DIO? SONO UN PECCATORE, COME ESSERE UMANO COME TUTTI, MA CAPISCO BENE CHE UNA MANCANZA COSI GRAVE, NON MI SAREBBE STATA PERDONATA…PERCHE’ I TALENTI SONO STATI DATI A ME…TOCCAVA A ME…NON MI HA FATTO PIACERE SCOPRIRLO…MA HO OBBEDITO…E SPERO DI RIUSCIRE NON A FERMARE …MA ALMENO A CONTENERE IL DISASTRO…MI HANNO RACCONTATO PURE CHE PERSINO IN EUROPA ORA HANNO PAURA…DA CAIVANO A BRUXELLES STANNO COMINCIANDO A CAPIRE IL DISASTRO DEI RIFIUTI INDUSTRIALI E NON URBANI…ED E’ UNA COSA CHE NON SI DOVEVA DIRE…CHE I MEDICI SINORA…HANNO ACCURATAMENTE TACIUTO…NON HO IMMAGINATO DOVE ANDAVO A FINIRE…DA CAIVANO…DA ACERRA…AD OLTRE MILLE MILIARDI DI EURO ANNO STIMATI DI AFFARI IN EUROPA COI RIFIUTI INDUSTRIALI…SONO POLVERE, SONO NEANCHE UN INSETTO…MA HO AVUTO LA TESTA PER PENSARE, IL CUORE PER AMARE, E LA BOCCA PER PARLARE…SEMPRE ….CON LA TESTA, COL CUORE E CON LA PANCIA…..PER AMORE DELLA MIA TERRA’ NON TACERÒ IL MONDO INTERO DEVE RITROVARE LA STRADA…QUELLA CHE PORTA A GERUSALEMME, NON A GOMORRA…” Antonio MARFELLA”

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like