metrolondra

LONDON CALLING, LA CAPITALE BRITANNICA PARLA SEMPRE PIÙ ITALIANO

on gen 11, 14 • by • with Commenti disabilitati su LONDON CALLING, LA CAPITALE BRITANNICA PARLA SEMPRE PIÙ ITALIANO

London calling. Secondo l’ambasciata e dal consolato d’Italia nel Regno Unito oltremanica vivono ormai almeno 550 mila giovani e meno giovani da tutte le regioni dello Stivale vivono regolarmente. Praticamente, ogni due giorni arriva a Londra un aereo pieno di giovani immigrati del Belpaese in cerca di una...
Pin It

Home » News, Testata » LONDON CALLING, LA CAPITALE BRITANNICA PARLA SEMPRE PIÙ ITALIANO

London calling. Secondo l’ambasciata e dal consolato d’Italia nel Regno Unito oltremanica vivono ormai almeno 550 mila giovani e meno giovani da tutte le regioni dello Stivale vivono regolarmente. Praticamente, ogni due giorni arriva a Londra un aereo pieno di giovani immigrati del Belpaese in cerca di una nuova patria.

IL PROFILO: GIOVANI E PROFESSIONISTI. La maggior parte di questi nuovi londoners sono giovani: il 60% dei nuovi immigrati ha meno di 35 anni, mentre il 25% ha un’età fra 35 e 44 anni. In molti lavorano come camerieri, ma ci sono tantissimi informatici, ingegneri, medici, e così via. A loro si aggiungono quelli che arrivano per un corso d’inglese e rimangono solo qualche mese, quelli che vengono per vari motivi e decidono di rimanere.

L’AIUTO DELL’AMBASCIATA ITALIANA. E per aiutare tutti questi “emigranti” la diplomazia italiana ha avviato il progetto “Primo approdo”, una serie di seminari che partiranno dall’8 gennaio e spiegheranno tutto quello che c’è da sapere, da come evitare le truffe quando si cerca casa e lavoro a come vincere la burocrazia. Il progetto, nato direttamente da un’idea dell’ambasciatore e dedicato simbolicamente a Joele Leotta, il giovane italiano ucciso nel Kent lo scorso 20 ottobre, prevede tre incontri al mese, totalmente gratuiti, su temi legali, fiscali, medici e accademici. Spesso chi emigra, infatti, mantiene molti legami con l’Italia, ma la nuova fiscalità ha accelerato le decisioni di molti di prendere definitivamente la residenza nel Regno Unito.

FONTE: CADOINPIEDI

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like