evidenza

The Originals 1×17 – “Moon over Bourbon Street”.

on mar 20, 14 • by • with Commenti disabilitati su The Originals 1×17 – “Moon over Bourbon Street”.

Dicono che il passare del tempo guarirà tutte le ferite… ma più grande è la perdita, più profondo è il taglio, e più difficile diventa il processo di guarigione. Il dolore può svanire, ma le cicatrici restano come promemoria delle nostre sofferenze e rendono più duro chi le porta, affinché non venga...
Pin It

Home » Sul Serial, Testata » The Originals 1×17 – “Moon over Bourbon Street”.

Cattura

Dicono che il passare del tempo guarirà tutte le ferite… ma più grande è la perdita, più profondo è il taglio, e più difficile diventa il processo di guarigione. Il dolore può svanire, ma le cicatrici restano come promemoria delle nostre sofferenze e rendono più duro chi le porta, affinché non venga ferito di nuovo. Così, mentre il tempo passa, ci perdiamo nelle distrazioni per eludere la frustrazione. Reagiamo con aggressività, diventando rabbiosi. E nel frattempo tessiamo trame e pianifichiamo, aspettando di diventare più forti. E, prima che ce ne rendiamo conto, il tempo passa… e siamo guariti, pronti a ricominciare di nuovo. 

– K. Mikaelson

Il commento (s)oggettivo.
Devo ammetterlo: Rebekah non mi è mancata. Non è che sia successo chissà quanto, in questo episodio, ma ormai dovremmo averlo imparato: tra Mystic Falls e New Orleans, dateci una festa e l’episodio è fatto. Lo scopo del gioco, quest’oggi, è rendere civile il French Quarter dove il passaggio di testimone Marcel-Klaus sembra aver, invece, dato tutto il potere diplomatico nelle mani del fratello elegante, quello con più completi di Barney Stinson. In apertura, infatti, troviamo un Klaus totalmente disinteressato a quel potere che ha bramato per più di mezza stagione… tanto che se la spassa molto maliziosamente con Genevieve (NO FUCKING COMMENT) e dà libero sfogo alla sua vena artistica portandosi le tempere, la tela e i pennelli a destra e a manca. Quanto ci scommettete che questo disinteresse è solo apparente? Esatto, anche questa volta il nostro Ibrido preferito sta tramando qualcosa… speriamo sia davvero qualcosa di sostanzioso.

 

Le invasioni barbariche.
I lupi, tornati finalmente umani grazie all’intruglio della non compianta Celeste, sono stati definiti poco gentilmente dei barbari. Ragazzi miei e ragazze mie, parliamoci chiaramente: se tutti i barbari fossero stati così belli, rudi, barbuti e palestrati, nemmeno io avrei tifato per l’Impero Romano. Ma le vere invasioni, probabilmente, arriveranno prima da un’altra parte. Marcel, infatti, sta provando a radunare un esercito perché… perché ha proprio voglia di fare l’ennesima brutta figura contro un duo di Originali che non possono essere uccisi. Ma quanto è ridicolo da uno a dieci? Intanto se la spassa con Cami. Chiamiamolo scemo, eh.

 

Il Premio Nobel per la pace.
Streghe, Lupi, Gechi, Vampiri e Gerardina Trovato sono chiamati a firmare col sangue un trattato di coesistenza pacifica stipulato dal nobile Elijah (ci tengo a ricordarvi che, in italiano, sarebbe “il nobile Elia”) e, dato che padre K. è un po’ fuori di testa, la fazione degli Umani viene rappresentata da una mafiosa spacciatrice (con un nome apparentemente italiano, y ése no me gusta) che ci prova con chiunque respiri. Alla fine della fiera, il trattato viene “imposto” anche a Klaus il quale mette un autografo pensando, certamente, che un pezzo di carta non lo vincola proprio a niente e a nessuno. Cos’ha fatto nel frattempo? Semplice, un patto col diavolo, quel gran pezzo di lupo che è Jackson: gli ha dato un anello magico in cambio di…? We’ll see.

Solo riassunti, pochi commenti. Julie, impegnati, ti prego.

Pace e popcorn a tutti <3

Staremo a vedere.

– K. Mikaelson

***

Un ringraziamento speciale alle admin delle seguenti Pagine Facebook, …♥ Le migliori frasi di The Vampire Diaries ♥ …, The vampire diaries. Fatto √ , {Ian Somerhalder Irresistibile Damon.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like